ATTRAVERSO LA VIA DEL DUOMO

LA VIA DEI MUSEI

Descrizione:

Dall'arte sacra all'arte contemporanea, uno degli antichi cardines cittadini poi trasformata in elegante strada ottocentesca, la via del Duomo si presenta come un ricco percorso museale che offre una panoramica delle diverse fasi storico-artistiche succedutesi a Napoli. Oltre alla Cattedrale, numerosi sono i musei e monumenti tra cui la chiesa di San Severo al Pendino, attualmente spazio espositivo, il Complesso dei Girolamini, il Museo Diocesano, Il Museo del Tesoro di San Gennaro, il Museo Madre. 

  • Nato dall’appassionato e variegato collezionismo del suo fondatore Gaetano Filangieri, principe di Satriano, e dalla ferma consapevolezza della funzione sociale della cultura, il Museo conserva un ampio repertorio della civiltà artistica non soltanto napoletana. Alle maioliche e porcellane, vetri, avori, armi e armature, medaglie, busti in marmo, terracotta e bronzo si affianca una ricca collezione di dipinti dal XV al XIX secolo, con la significativa presenza dei maggiori...

  • La struttura è stata riportata all'architettura originaria dopo circa 40 anni di restauro, mettendo in luce le trabeazioni e i pilastri rinascimentali nascosti dagli stucchi ottocenteschi. Edificata sull'antica chiesa con ospedale di Santa Maria a Selice, all'interno presenta caratteri architettonici tipici del 1500, nei quali si inseriscono gli altari settecenteschi in marmo policromo. La pregevole navata della struttura ospita esposizioni temporanee e manifestazioni...

  • La chiesa, antica sede vescovile di rito orientale, fu edificata tra il IV e il V secolo dal vescovo Severo. Rifatta nel XVII secolo dall'architetto Cosimo Fanzago, fu orientata diversamente e attualmente presenta solo due delle originali tre navate, quella di destra fu distrutta per l'apertura di via Duomo. Sugli altari laterali, a ridosso delle navate, si ammirano tele di Francesco Peresi, allievo di Francesco Solimena (XVIII secolo). L'ingresso principale della chiesa è...

  • Il complesso archeologico messo in luce dai bombardamenti dell’ultima guerra, che distrussero la Chiesa di Santa Maria del Carmine ai Mannesi e gli edifici adiacenti, documenta parte di una insula della città antica occupata anche da un piccolo edificio termale. Si tratta di una costruzione a più livelli, databile prevalentemente alla fine del I secolo d.C. Gli elementi più antichi risalgono all’età repubblicana. Vi è un ambiente absidato...

  • Il Pio Monte della Misericordia è un'istituzione di beneficenza fondata nel 1602, ancora attiva. Il seicentesco palazzo custodisce una delle più importanti raccolte private italiane aperte al pubblico: nella quadreria al primo piano sono esposte, oltre alla prestigiosa collezione donata dal pittore Francesco De Mura, opere dal XVI al XIX secolo, tra cui Giordano, Ribera, Vaccaro, Stanzione. Di notevole rilevanza il dipinto del Caravaggio “ Le sette opere di...

  • Lungo via Duomo, di fronte alla Cattedrale, si aprono i due portali di accesso al grandioso complesso dei Girolamini, dell’Ordine Oratoriano fondato nel Cinquecento, datato 1586. La monumentale chiesa a tre navate su colonne in granito, regalate all'ordine dal Granduca di Toscana, con transetto e cupola è opera dell'architetto Fiorentino Giovanni Antonio Dosio. La facciata, rifatta nel 1780 da Ferdinando Fuga, ospita sculture di Giuseppe Sammartino . L’interno...

  • Il Duomo fu iniziato probabilmente da Carlo II d’Angiò e completato nel 1313 da suo figlio Roberto il Saggio, sebbene sussista un’ipotesi che anticipa la fondazione della fabbrica sotto Carlo I. Dedicata alla Madonna dell’Assunta, anche se popolarmente intitolata a San Gennaro, la Cattedrale sorse sul luogo della chiesa Stefania e presso la Basilica di Santa Restituta. All’interno, infatti, sono ancora visibili resti di edifici paleocristiani inglobati...
  • Il Museo è un Polo Museale di altissimo valore storico artistico, culturale e spirituale, dedicato alle straordinarie opere appartenenti al Tesoro di San Gennaro, sinora mai esposte, e alla bellissima Sacrestia con gli affreschi di Luca Giordano e i dipinti del Domenichino e di Massimo Stanzione. Antichi documenti, oggetti preziosi, argenti, gioielli, dipinti di inestimabile valore, facenti parte del Tesoro di San Gennaro che, nel corso dei secoli, sovrani, papi, uomini illustri o...

  • All’inizio del 1600 le Clarisse del Monastero di Santa Maria Donnaregina decisero di costruire una nuova chiesa barocca (SENZA LETTERE MAIUSCOLE) più consona al gusto del tempo. I lavori iniziarono nel primo quarto del secolo con la partecipazione dei più prestigiosi artisti del momento come Francesco Solimena e Luca Giordano. In occasione dell’apertura del Museo Diocesano, la cui esposizione permanente si estende all’interno della Chiesa per circa 3000 mq,...

  • Nel 1300 Maria d’Ungheria fece ricostruire, dopo un terremoto, il monastero su una struttura preesistente altomedievale. Si tratta dell’ultima chiesa affidata alle Clarisse. Nel Seicento fu ampliata, ammodernata e la chiesa trecentesca fu inglobata nella clausura e costituiva parte del coro. Gino Chierici, nel 1928, ha separato le due chiese; dopo i danni della guerra, la chiesa nuova stata è restaurata e vi è ospitato il Museo Diocesano. Nell’interno, a navata...

  • La chiesa sorge all’inizio dell’omonima strada, dove si giunge attraverso via Duomo. Risale al 1604, grazie all’interessamento di alcune nobili donne napoletane. Fondata dalla famiglia Ruffo o dei Ruffi, vi si entra da un enorme atrio e l’interno ospita numerosi marmi commessi che raccontano le diverse fasi di questa arte particolarmente importante in città in età barocca. 

  • Il Museo è ubicato nel palazzo Donnaregina, nel cuore del centro storico partenopeo. Inaugurato nel 2005 sviluppa su strutture settecentesche e ottocentesche sovrastando un tratto di cinta muraria risalente al IV-VI secolo. Esso ospita opere di grandi artisti internazionali: 7200 mq di spazi espositivi, con installazioni site- specific , opere della collezione ed esposizioni temporanee. www.madrenapoli.it

    Orari: lunedì-sabato 10.30-19.30 | domenica 10.30-20. 00 | biglietteria...


NEWSLETTER

iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su tutti gli eventi della città